indice

Johnny Dorelli (Giorgio Guidi)

[1937 Meda (MB) ]

 


Interprete

Statistiche (dal 2000)

Settimane in classifica (Album): 6 (1° posizione: 0)
Settimane in classifica (Singoli): 77 (1° posizione: 0)
Album entrati in classifica:
  • Swingin' [2004]( 6)
Singoli entrati in classifica:
  • Love in Portofino [1960]( 2)
  • Notte mia [1960]( 1)
  • Lettera a Pinocchio [1960]( 1)
  • Montecarlo [1962]( 4)
  • Non costa niente [1963]( 5)
  • Le rose sono rosse [1963]( 4)
  • L'immensità [1967]( 21)
  • Love story [1971]( 2)
  • Il padrino [1972]( 14)
  • Per chi [1972]( 3)
  • Una serata insieme a te [1973]( 20)

Photo gallery

 

:: Biografia

All’anagrafe Giorgio Guidi, nel 1946 si trasferisce con la famiglia (il padre è il popolare cantante Nino D’Aurelio) negli Stati Uniti, dove frequenta la High Schol and Art di New York studiando pianoforte e canto. Viene scoperto nel 1949 partecipando ad un concorso per nuovi talenti indetto dalla CBS, e da qui comincia a partecipare a trasmissioni televisive condotte da Mike Bongiorno. Torna in Italia nel 1956 e si lega all’etichetta discografica creata da Teddy Reno, la CGD. Nel 1957, in coppia con Domenico Modugno, vince il festival di Sanremo interpretando “Nel blu dipinto di blu” e bissa il successo l’anno dopo con “Piove”, sempre di Modugno. Negli anni seguenti conferma la sua notorietà con brani come “Calypso melody”, “Lettera a Pinocchio”, “Love in Portofino”, e conquista definitivamente il pubblico attraverso apparizioni in teatro e Tv: in veste di conduttore presenta trasmissioni come “Johnny 7”, “Johnny Sera”, “Alta Fedeltà” e Canzonissima. Nel 1967, con Don Backy, presenta a Sanremo “L’immensità”, che sbanca le classifiche di vendita. Numerose sono le pellicole cinematografiche che lo vedono impegnato, mentre negli anni successivi si dedica soprattutto al teatro con commedie musicali (come “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei e Giovannini, del ‘71). Nel 1990 è tornato a Sanremo come conduttore del festival.

[vai alla biografia completa >>]

:: Discografia